.
Annunci online

Rubrica di storia e cultura degli Ostrogoti in Italia
15 febbraio 2011
Re Teodorico (iconografia)
Il ritratto di Teodorico tratta dall’Anonymus Valesianus (II, 47-49 e 79):

«Teodorico fu un uomo forte, bellicosissimo. Suo padre, che però era solamente carnale, si chiamava Valamerico, re dei Goti; sua madre, Ereriliva, era gota, ma cattolica e battezzata con il nome di Eusebia. Egli regnò per trentatrè anni e fu illustre e generoso nei confronti di tutti. Ai suoi tempi la prosperità si diffuse in Italia per trent’anni tanto che e ci fu anche pace per coloro che la desideravano. Teodorico infatti non operò ma i se non a ragion veduta. Così riuscì a reggere, sotto un solo governo, due razze come quel le dei Romani e dei Goti. Sebbene ariano, non tentò di fare nulla contro la religione cattolica. Fece allestire giochi nei circhi e spettacoli negli anfiteatri, tanto da meritarsi dai Romani l’appellativo di Traiano e di Valentiniano le cui epoche s’era proposto come modello, e da venir ritenuto dai Goti, grazie all’editto nel quale si preoccupava d’ordinare su salde basi le norme giuridiche, re di grandissimo animo in tutte le sue imprese.Stabilì che l’ordinamento degli uffici pubblici continuasse, per i Romani, come sotto gli imperatori. Largì doni e cibarie. Sebbene avesse trovato un erario fatto di paglia, con la sua attività lo rimise in sesto, anzi lo fece ricco. Era illetterato, ma di tale innata saggezza che alcune sue battute rimangono ancora nel popolino con valore di sentenze. [...] Il re Teodorico pertanto era illetterato, anzi di tali limitate possibilità da non riuscire, in dieci anni di regno, a imparare nemmeno le quattro lettere dell’autentificazione dei suoi decreti. Tanto che fece battere e limare una lamina d’oro con le quattro lettere “legi”: e quando voleva firmare, non faceva altro, posta la lamina sul documento, che andarle dietro con la penna in modo che si vede sse solamente l’autentificazione».















permalink | inviato da ostrogoti il 15/2/2011 alle 22:43 | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        agosto